mercoledì 26 aprile 2017

La streghetta... stregata

E' nata male fin dalla cornicetta esterna, andata avanti a fa e disfa.
I pois del vestito hanno contribuito ad innervosirmi.
I capelli sono caduti a caso o quasi, rifatti in tre volte.
Alla fine è nata anche lei, nonostante la tentazione di farla volare sui binari o buttarla nelle immondizie:
Ne mancano ancora due che non so se farò, un po' perché non mi piacciono, un po' perché inizio ad odiare questo schema. E poi il confezionamento.

lunedì 24 aprile 2017

Una domenica bestiale

Una pecorella ha preso il largo e si è ustionata sotto il solleone estivo:
Disegno e fili di Romy's creations per il contest in scadenza a metà maggio. Devo però ancora decidere come confezionarlo: la domenica mi è servita solo a ricamarlo.

domenica 23 aprile 2017

Sfiga, sbadataggine o superficialità?

Ieri sono andata a vedere la mostra di Manet a Palazzo Reale a Milano e ho preso su la macchina fotografica per provare a fare qualche foto in giro, vista la bella giornata dopo alcune ventose che hanno letteralmente spazzato via nuvole e smog.
Peccato che come abbia cercato di accenderla, si sia ribellata: batteria scarica.
Ero ancora in stazione ma il treno non sembrava aver ritardo: troppo tardi per riportarla su.
Così mi sono fissata la giornata nella mente e portato appresso un peso inutile, tanto per cambiare.

sabato 22 aprile 2017

Le forbici

Da qualche parte è bene metterle al sicuro, il foro del rocchetto è perfetto:
E oggi che cosa ricamerò?

venerdì 21 aprile 2017

Lezioni

Devo imparare a combattere quelle battaglie dove ho almeno una possibilità di uscire vincitrice e non anche quelle in cui ci credo ma con zero chances.
Forse sarei meno stanca.

giovedì 20 aprile 2017

Il fogliame

La mia stella di Natale, quella vera, si è ricreduta e si è suicidata.
A quella ricamata, invece, è spuntata una serie di foglie colorate e relativi bordi di supporto:
Quasi un terzo del lavoro è fatto, bisogna essere al pezzo se si vuole essere pronti per Natale.

mercoledì 19 aprile 2017

Vai, mamma, vai!

"Ragazzi, io stasera avrei un impegno con il circolo fotografico, volete che resti invece a casa con voi?"
Quattordicenne: "Mamma, prova con l'altra risposta..."
Dodicenne: "Mamma! Ormai hai preso l'impegno e tu mi insegni che gli impegni presi vanno mantenuti..."
Devo ricordarmi di non spiegare loro come cambiare la serratura di casa....

martedì 18 aprile 2017

Delicate sfumature

Prosegue il mio programma di un rocchetto al giorno, ieri era così:
Ho sostituito quasi tutti i DMC con fili sfumati tinti a mano di varie produzioni, nazionali e internazionali, Australia compresa, e il risultato mi soddisfa pienamente, alemno fino a qua.
La tentazione di proseguire oltre lil limite che mi sono imposta di un rocchetto al giorno (o equivalente, quando li avrò fatti tutti) c'è ma non voglio lasciare indietro i SAL ufficiali.

lunedì 17 aprile 2017

Il dì di Pasqua (2017)

A me nessuno ha regalato un uovo di cioccolato. E nemmeno sodo o di porcellana.
Ma le sorprese (belle!) ci sono state ugualmente: un figlio che schizza da una camera all'altra e fa i letti di tutti (e come li fa bene!), una allegra tavolata di amici che non ti fa accorgere che sono le otto di sera e stai bevendo il caffè del dopo pranzo, una giornata di sole quando "Palme col sole, Pasqua sotto l'acqua" ma anche domenica scorsa c'era il sole, una pastiera che non sarà stata fatta da una napoletana bensì da una friulana ma si è lasciata mangiare senza fiatarare, un limoncello fatto in casa che era la fine del mondo (ma me lo hanno fatto sparire da sotto gli occhi perché avevano paura che lo facessi sparire io?), due ragazzi che si impegnano parecchio a fare gli adolescenti duri e puri ma che sono più puri che duri, un telefono che dimentichi di averlo dietro perché chissene di chi ti manda "a te e famiglia" col copia incolla quando hai tutto quello che ho descritto qui sopra.
Sempre più convinta che la sostanza è meglio dell'apparenza, che certe cose vanno usate come mezzo e non bisogna farsi usare da loro.
Buona Pasquetta a tutti!